servizi progetti costruire vigilanza federazioni

Cooperdolomiti volta pagina

Cooperdolomiti volta pagina

Congresso cooperative: nuovo Presidente dal mondo dell’impresa e dell’università. nel Consiglio anche i vertici direzionali.

Si è tenuta ieri presso il ristorante Lumina di Via Galilei l’Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali di Cooperazione Autonoma Dolomiti.
Dopo una lunga fase di avvicinamento, i delegati hanno provveduto a designare le cariche sociali in discontinuità rispetto all’uscente, eleggendo Enrico Bramerini alla carica di nuovo Presidente. Proveniente da Trento, Bramerini ha alle spalle esperienze in grandi imprese industriali e nella cooperazione a livello anche nazionale, dove ha ricoperto ruoli manageriali. Attualmente è il Presidente del consorzio Centralcoop, organizzazione del sistema Cooperdolomiti che si occupa di sviluppo dei mercati della cooperazione e di progetti per la valorizzazione territoriale e comunitaria; è anche docente di Sociologia delle comunità locali presso l’Università di Trento.
Sono stati inoltre eletti nel CdA gli attuali vertici direzionali, la DG Letizia Lazzaro e il dirigente amministrativo Walter Petrone, nonché lo storico presidente e segretario generale Andrea Grata. Fanno inoltre parte della nuova squadra dirigenti cooperativi di lungo corso come Antonio Viganò, Stefania Badalotti, Daniele Vitale, Alessandro Sgarzani e Davide Tondo, inoltre Michele Dorigatti, Direttore della Fondazione Don Guetti e partner della scuola di economia civile, Fernando Biague, impegnato in varie organizzazioni governative in ambito umanitario e Marino Melissano, noto per il suo impegno nella tutela dei consumatori e cooperatore in ambito turistico e culturale.
Una squadra di ampie vedute, che attinge da ambienti della cultura cooperativa e della rappresentanza, ma anche della spina dorsale delle aziende sul territorio, impegnate quotidianamente nel tessuto economico e sociale del territorio.
È stato presentato al congresso un “manifesto”, che mette tra le priorità il rilancio della cooperazione nei settori strategici e in quelli emergenti, l’impegno per una valorizzazione della intercooperazione e del rating aziendale delle cooperative aderenti, un rafforzamento delle aree innovazione e servizi, lavorando sul trinomio “reputazione, sostenibilità e identità cooperativa”.
Nei prossimi giorni si terranno i primi appuntamenti istituzionali e operativi, in vista di un autunno che si attende denso di carica energetica per il mondo delle cooperative di Cooperdolomiti.
Rinnovato completamente anche il Collegio Sindacale nelle persone di Sabino Mastrorilli, Damiano Ducoli e Carmen Zwick.